W3vina.COM Free Wordpress Themes Joomla Templates Best Wordpress Themes Premium Wordpress Themes Top Best Wordpress Themes 2012

Napoli, riapre la chiesa dell’Incoronata

giu 6, 2014 by

180839625-609dbd24-9096-44a2-bcf2-f43399345ac2

Scorcio della Chiesa dell’Incoronata

Per tutti i napoletani è “la chiesa sotto via Medina”, una delle più belle e trascurante della città, tra aperture a singhiozzo e incuria. A inizio Novecento fu persino inglobata in un palazzo (abbattuto poi negli anni Sessanta). Eppure, Santa Maria dell’Incoronata è uno dei gioielli gotici del Medioevo napoletano. Da qualche settimana, il sagrato ed il suo cortile recintato erano diventati rifugio per clochard, che vi trascorrevano la notte al riparo del colonnato sotto il livello della strada. Inevitabile l’accumulo di rifiuti giorno dopo giorno, tra cartoni, panni stesi e stracci. Da giovedì mattina è però cambiato tutto. Dopo mesi di chiusura e lavori di restauro urgenti, la chiesa si è presentata a turisti e cittadini interamente ripulita e, soprattutto, aperta. Merito di un accordo tra Soprintendenza architettonici e l’assessorato alla Cultura del Comune di Napoli. Il tempio sarà ora aperto tutti i giorni (tranne la domenica) dalle 9 alle 14.30, curato dal personale di Napoli Servizi.
L’edificio, immediatamente preso d’assalto dai primi napoletani e turisti, incuriositi dall’aver visto il suo portale aperto, fu edificato a metà del quattordicesimo secolo su volere di Carlo II d’Angiò. Era una cappella palatina esterna al Castelnuovo (allora residenza della famiglia reale angioina). Al suo interno sono ancora visibili frammenti di affreschi, attribuiti a Roberto Oderisio ed altri maestri di scuola grottesca, che rappresentano “Il trionfo della fede” e “I sette sacramenti”.

Fonte: napoli.repubblica.it

Leave a Reply