W3vina.COM Free Wordpress Themes Joomla Templates Best Wordpress Themes Premium Wordpress Themes Top Best Wordpress Themes 2012

Nimph()maniac, 35 minuti del film censurati in Italia. Perversione e conformità nell’era della crisi economica.

apr 3, 2014 by

 

Hanno censurato 35 minuti del film nimph()maniac nella versione italiana.

Credono che oscurando certe scene e certi comportamenti essi non esistano o non ci sia la possibilità che vengano replicati nella realtà.
Vi sbagliate: la realtà procede inesorabilmente e, sebbene sia più lenta, è di tantissimo più cruda, drammatica e allo stesso tempo più irreale di un film, che a volte si pone dei limiti di fantasia per sembrare, quanto meno, realistico di fronte all’immaginazione di chi certe cose non le ha viste e non le conosce.

Una scena del film

Una scena del film

Oscurando 35 minuti di film, di fatto, si sta espropriando il contenuto artistico di un’opera, al netto della mercificazione dell’arte nell’era capitalistica che rappresenta di per sé un sequestro.

Stiamo parlando di un prodotto cinematografico reso conforme alla normalità italiana fatta di evasione delle tasse [1], corruzione[2], in crisi sanitaria e dove le persone vivono, aspettando un salvatore nell’ipocrisia di essere senza colpe, in mancanza di lavoro, diritti e non solo di prospettive, ma di visione e proiezione di un futuro.

Quanti si sentono lontani da questa conformità? Quanti non si sentono di appartenere a tutte le malate devianze dell’essere umano che si discostano al normale processo evolutivo, ma a differenza della censura vengono relativamente, e a volte troppo passivamente, accettate? E se è questa conformità, o meglio la non accettazione della conformità, a fare danni nei rapporti fra gli esseri umani?

Il film non l’ho visto e a questo punto non so che senso ha vederlo. Ma di fatto resta che la visione di un film che racconti uno spaccato di realtà diversa dalla conformità è negata e quindi ne è negata la discussione dell’argomento trattato.

 

 

 

 

Alcuni tagli apportati al film (da corriere.it)

Note:

[1] 272 miliardi di euro imponibili sottratti alle tasse ogni anno, pari al 17,4% del totale

[2] La Commissione europea ha presentato un atto d’accusa contro l’abitudine in Italia della corruzione. Secondo la Corte dei Conti i costi diretti di questo fenomeno ammontano ogni anno a 60 miliardi di euro.

Leave a Reply